Ansia da gioco d’azzardo: cos’è

COS’E’ L’ANSIA DA GIOCO D’AZZARDO

L’ansia da gioco d’azzardo, (ludomania) è il desiderio di giocare continuamente nonostante le conseguenze negative o dannose. Il  problema del gioco d’azzardo, spesso è delineato dal danno  vissuto dal giocatore o altri, piuttosto che dal comportamento del giocatore. Il gioco d’azzardo è un grave problema, che può essere diagnosticato come gioco d’azzardo patologico se il giocatore soddisfa determinati criteri. Il gioco d’azzardo patologico è un disturbo comune che è associato ad elevati costi sociali e familiari. La condizione è classificata come un disturbo di controllo degli impulsi, anche se esistono analogie con altri disturbi, infatti è particolarmente simile alle dipendenze di sostanze. Anche se il termine dipendenza dal gioco è comune, il gioco d’azzardo patologico è considerato un disordine del controllo degli impulsi, piuttosto che una dipendenza.

Il  problema del gioco è caratterizzato da molte difficoltà: nel limitare il denaro e / o il tempo trascorso a giocare d’azzardo, questo porta a conseguenze negative per il giocatore, gli altri, o per la comunità.
Secondo il DSM-IV, il gioco d’azzardo patologico è definito come in modo distinto  da un episodio maniacale. Solo quando il gioco d’azzardo si verifica indipendente da altri disturbi: come quello impulsivo, dell’umore, ecc…Per essere diagnosticato, un individuo deve avere almeno l’impulso a giocare. Anche se condivide le caratteristiche del disturbo ossessivo compulsivo, il gioco d’azzardo patologico è probabilmente una condizione diversa.
Nelle persone che sviluppano il gioco d’azzardo patologico, si passa dal  gioco d’azzardo occasionale ad una abitudine al gioco. Situazioni di stress possono aggravare i problemi di gioco d’azzardo.
Il gioco d’azzardo patologico negli uomini comincia tipicamente durante l’adolescenza, anche se non ne si viene a conoscenza, finché l’uomo non è nell’età adulta. Il tipico giocatore d’azzardo patologico maschio è di colore bianco, di età compresa tra 40-50 anni, e proviene dalla  fascia socio-economica medio-alta.
Le donne tendono a sviluppare comportamenti più tardivi e l’insorgenza appare spesso in concomitanza con uno stress specifico o una grave perdita. Il gioco d’azzardo è iniziato come una fuga o una risposta emotiva ad un evento particolarmente stressante.
Studi condotti da ricercatori canadesi suggeriscono che i giocatori con problemi tendono ad essere meno istruiti e hanno un minore status socioeconomico.
Ci sono quattro fasi riconosciute di comportamento gioco d’azzardo patologico:

1. La prima è la fase del “grande vittoria” che ispira fiducia, forse eccessiva fiducia, e incoraggia a continuare a giocare d’azzardo, basandosi sulla presunzione di ulteriori future vittorie del genere. Quando  svanisce la fase vincente, ha inizio la seconda fase.

2. La “fase perdente” si verifica quando il giocatore è in grado di accettare la perdita e cerca di riconquistare la perdita (“inseguire la perdita”) con le scommesse più pesanti e frequenti. In questa fase, l’individuo svilupperà pratiche superstiziose come portare un portafortuna, soffiare sui dadi in un certo modo, ecc
E ‘durante questa fase che il giocatore inizia a nascondere l’entità del problema che ha cominciato a interferire con il lavoro o con i rapporti personali. Comincia a sviluppare un senso d’urgenza in questa fase e lui / lei comincia a prendere in prestito denaro nel tentativo di “risollevarsi” dalle perdite.

3. La fase di “disperazione” comincia quando il giocatore non può più facilmente e legittimamente accedere alle somme di denaro che l’abitudine richiede. Si  compiono a volte azioni illegali, per ottenere i fondi necessari, compreso l’emissione di assegni a vuoto e l’appropriazione indebita dal lavoro. È stato riferito che circa i due terzi dei giocatori d’azzardo patologici saranno spinti a questo estremo, razionalizzando il loro comportamento in modo che diventi più facile ogni volta.

4. La quarta fase è quella della “disperazione” in cui le conseguenze del gioco d’azzardo hanno raggiunto il punto in cui l’individuo non vede alcuna via d’uscita. I problemi derivati dall’eccessivo stress, portano all’aumento del rischio di suicidio durante questo periodo finale.

Co-morbidità

C’è un alto livello di co-morbidità con disturbi dell’umore e ansia. Gli studi hanno dimostrato che circa il 75% dei giocatori d’azzardo giustifica la diagnosi con i disturbi dell’umore, circa il 50% ha problemi di abuso di sostanze, e circa il 40% soffre di un disturbo d’ansia. Sono diffusi anche disturbi di personalità nei giocatori d’azzardo patologici, in particolare in soggetti narcisistici e antisociali.

Definizione

Il gioco d’azzardo compulsivo è l’impulso incontrollabile di giocare d’azzardo. Se siete inclini al gioco d’azzardo compulsivo, si  fanno sempre scommesse, si mente o si nasconde tutto  e si  ricorre al furto o frode per sostenere la dipendenza.
Il gioco d’azzardo compulsivo è una malattia grave che può distruggere la vita. Anche se trattare il gioco d’azzardo compulsivo può essere impegnativo, molti giocatori d’azzardo compulsivi hanno trovato aiuto attraverso un trattamento professionale.

 

Il gioco d’azzardo patologico è un disturbo complesso bio-psico-sociale che può avere conseguenze drammatiche e devastanti sugli individui e sulle famiglie. Considerata l’espansione del gioco d’azzardo legalizzato e l’ accettazione attuale della società verso il  gioco d’azzardo; è necessario lo sviluppo di trattamenti efficaci (farmacologico e non farmacologico) per contrastare il dilagare del gioco d’azzardo patologico. Attualmente, un certo numero di differenti modalità di trattamento sono stati applicate a giocatori patologici, ma non sono state sviluppate linee guida standardizzate. In ambito clinico, ai giocatori d’azzardo patologici vengono offerte una varietà di opzioni di trattamento, compreso la farmacoterapia, la psicoterapia individuale, la terapia di gruppo, e la terapia di famiglia. Di questi, la modalità di trattamento più suscettibile di essere utilizzata è la psicoterapia. Diversi tipi di psicoterapia sono stati impiegati con giocatori d’azzardo patologici che vanno dalla psicoanalisi, alla terapia cognitiva comportamentale, alla psicoterapia psicodinamica, alla terapia comportamentale, terapia familiare, e al supporto di gruppo.
I principi della psicoterapia per i giocatori patologici tendono a condividere quelli utilizzati negli ambienti di trattamento di abuso di sostanze; questo è dovuto alla condivisione di temi di perdita di controllo, la preoccupazione e l’impegno costante nel comportamento, nonostante le conseguenze negative. L’esperienza clinica suggerisce che questi lavori con le psicoterapie, migliorano la motivazione al cambiamento e autocontrollo. Il trattamento completo per il gioco d’azzardo patologico coinvolge più la psicoterapia, che  l’uso emergente di farmaci per contenere i sintomi di questo disturbo

Nel corso della storia, una serie di approcci diversi sono stati utilizzati per trattare con i giocatori d’azzardo patologici. Alcuni sono stati drammatici, mentre altri sono stati più favorevoli, come la psicoterapia individuale e di gruppo. L’obiettivo principale della psicoterapia per i giocatori patologici è quello di raggiungere l’astinenza totale dal gioco d’azzardo. Più in particolare e più realisticamente,  le psicoterapie mirano a migliorare il controllo di sé, individuare i modi per far fronte a situazioni di rischio, fornire uno sbocco per far fronte al senso di colpa / vergogna, e insegnare il modo di affrontare il gioco d’azzardo. I  risultati della terapia per i giocatori d’azzardo patologici dimostrano che i giocatori d’azzardo patologici rispondono al trattamento e che emergono molti benefici, anche e solo se si è  in trattamento per brevi periodi di tempo. Anche se vi sono numerose forme di psicoterapia che sono state applicate al gioco d’azzardo patologico, solo alcune sono state sottoposte ad uno studio rigoroso

Il gioco d’azzardo  è fuori controllo se:

* Influenza i  rapporti, le  finanze o la  vita  lavorativa
* Si dedica sempre più tempo ed energie ad attività di gioco d’azzardo
*Si cerca invano di fermare o ridurre il vostro gioco d’azzardo
* Si tenta di nascondere il gioco d’azzardo ai  professionisti o alla famiglia
* Si ricorre al furto o frode per ottenere i soldi per il gioco d’azzardo

Il gioco d’azzardo patologico si identifica in ogni classe sociale. Purtroppo, nessun processo sistematico di educazione, screening e trattamento per i giocatori d’azzardo patologici è attualmente in vigore. I medici di famiglia devono avere una maggiore consapevolezza circa l’impatto del comportamento del giocatore d’azzardo patologico sulla famiglia e deve avere familiarità con strumenti di screening e opzioni di trattamento.
La continua crescita nel settore del gioco d’azzardo solleva preoccupazioni circa un possibile aumento della prevalenza del problema del gioco d’azzardo patologico. La maggior parte dei giocatori d’azzardo patologici ha iniziato il gioco d’azzardo nella  gioventù, tra gli 11 e i 18 anni di età.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme