Ansia e Attacchi di panico durante la gravidanza

ansia panico gravidanza

Ansia e Attacchi di panico durante la gravidanza

Gli attacchi di panico durante la gravidanza sono abbastanza comuni. Dopo tutto, la gravidanza è un’esperienza che cambia la vita per la maggior parte delle donne e qualsiasi forma di cambiamenti nella propria vita, a volte, può portare a sentimenti di ansia e di paura. Tuttavia, il disturbo di panico durante la gravidanza può essere un motivo di preoccupazione, se ricorrenti e si verificano spesso.

Che cosa è il disturbo di panico o gli attacchi di panico?
Gli attacchi di panico sono improvvise paure senza alcuna causa apparente.
Se siete nel bel mezzo di un attacco di panico, è possibile visualizzare i seguenti sintomi:
-Il cuore batte forte
-Dolore acuto al petto
-Vertigini, debolezza o nausea
-Sudorazione eccessiva, a volte accompagnata da brividi o da vampate di calore
-Agitazione e tremore
-Intorpidimento delle dita e degli arti
-Soffocamento, mancanza di respiro o sensazione di essere soffocato
-Sensazione di distacco o di irrealtà
-Una paura irrazionale di morte imminente

Cause di attacchi di panico durante la gravidanza
Per le donne, è lo squilibrio ormonale una delle principali cause degli attacchi di panico durante la gravidanza. Questo squilibrio ormonale può portare a sbalzi d’umore e cambiamenti di umore, includendo i sentimenti di stress e di ansia.
D’altra parte, può essere un caso diverso tra le donne che soffrono già di un disturbo di panico prima della gravidanza.
La gravidanza è un punto di svolta nella vita di una donna e questo solleva naturalmente domande del tipo “Sarò una buona madre?” oppure “Il mio bambino sarà sano?” Queste domande possono portare a sentimenti di paura e possono innescare un attacco di panico.

Effetti del disturbo di panico sul nascituro.
Purtroppo, gli attacchi di panico possono danneggiare il bambino, causandogli molto stress e questo non è un per niente vantaggioso per i bambini non ancora nati, perché il loro sviluppo rallenta, indebolisce il sistema immunitario e li rende più inclini a malattie come il diabete e le malattie cardiache.
I medici ricercatori hanno anche osservato che frequenti attacchi di panico durante la gravidanza possono portare allo sviluppo di una depressione post-partum, cioè quelle difficoltà di affinità che una donna può vivere con il suo bambino, tanto da non essere in grado di nutrirlo e di prendersene cura.

Il trattamento per il panico durante la gravidanza
Il medico prescriverà una forma di trattamento appropriata alla propria condizione.
Le forme più comuni di trattamento del disturbo di panico sono i farmaci e la terapia. E’ possibile, però, che il medico non prescriva dei farmaci, in quanto potrebbe influenzare il bambino. Tuttavia, il medico può raccomandare di sottoporsi ad una terapia cognitivo-comportamentale che si occupa della paura, cambiando i relativi modelli di pensiero.
E’ possibile, inoltre, imparare alcune tecniche di auto-aiuto che aiuteranno a rilassare e liberare la mente dalla paura. Quando si calma la mente e ci si rende conto che le paure sono infondate, non si avranno più attacchi di panico durante la gravidanza e la sindrome di panico sarà lontana dal bambino e dalla propria vita.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2017 Frontier Theme