Ansia e teoria del falso allarme

I FALSI ALLARME NELL’ANSIA

E’ stata svolta un’ampia ricerca sull’importanza del biossido di carbonio per quanto riguarda l’ansia e il panico. La teoria del falso soffocamento sostiene che quando i livelli di biossido di carbonio e ossigeno sono alterati, come durante l’iperventilazione, il messaggio che il cervello invia è quello di un imminente pericolo di soffocamento. Il risultato che si ottiene è il panico. Le persone che soffrono di attacchi di panico sono più sensibili ai cambiamenti nel sangue di biossido di carbonio e ossigeno. La teoria del falso soffocamento, sostiene che l’allarme di soffocamento è dovuto a degli squilibri o al fatto che il sistema d’allarme è troppo sensibile.

La terapia cognitivo \ comportamentale si propone di modificare i pensieri e i comportamenti errati, ed è statisticamente provato un elevato tasso di successo. Il trattamento si compone di due elementi: la terapia cognitiva e la terapia del comportamento.

La terapia cognitiva insegna che alcuni pensieri sono errati e che a causa di un’interpretazione sbagliata si crea una spirale di eventi e pensieri negativi che sfociano nell’ansia e nel panico.

La terapia del comportamento, insegna a reagire a tutto ciò che procura ansia. L’obiettivo è quello di rompere il legame tra la sensazione o sintomo e la situazione. Un altro fattore importante per la terapia del comportamento è imparare a rilassarsi fisicamente e mentalmente.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme