Attacchi di panico e sigarette

ATTACCHI DI PANICO E SIGARETTE
L’abuso di sostanze

Un crescente numero di evidenze  mostra un legame tra abuso di sostanze e disturbi di panico.

Attacchi di panico e fumo di sigaretta

Diversi studi hanno dimostrato che il fumo di sigaretta aumenta il rischio di sviluppare il disturbo di panico con o senza gli attacchi di panico e agorafobia. Il  fumo protratto fin adolescenza o nella prima età adulta aumenta il rischio di sviluppare il disturbo di panico; mentre il meccanismo di come il fumo aumenta gli attacchi di panico non è pienamente compreso, anche se sono state formulate alcune ipotesi. Il fumo di sigarette può portare ad attacchi di panico provocando alterazioni della funzionalità respiratoria (ad esempio sensazione di fiato corto). Questi cambiamenti respiratori  possono portare alla formazione di attacchi di panico, essendo i  sintomi respiratori una caratteristica importante del panico. La nicotina, essendo uno stimolante, potrebbe contribuire agli attacchi di panico; tuttavia, anche l’astinenza da nicotina può causare ansia e potrebbe contribuire ad attacchi di panico.
E ‘anche possibile che pazienti con disturbo di panico fumino sigarette come una forma di auto-medicazione per diminuire l’ansia, infatti i  composti psicoattivi della nicotina come di  altre sostanze, con proprietà antidepressive, nel fumo di tabacco, agiscono come inibitori della monoamino ossidasi nel cervello, provocando alterazioni  dell’umore o hanno un effetto calmante, a seconda della dose.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme