Come è fatta l’ansia

Il disturbo d’ansia si verifica spesso in concomitanza con la depressione o con l’abuso di sostanze. Le persone colpite dal disturbo d’ansia, spesso devono fare i conti con una preoccupazione eccessiva, a tratti ossessiva, con comportamenti rituali, con la timidezza, con sintomi depressivi oppure con l’abuso di sostanze. I disturbi d’ansia si dividono in :

  • DISTURBO D’ATTACCO DI PANICO: si tratta di una rapida insorgenza, in cui il paziente vive un episodio di grave angoscia, accompagnato da sintomi fisici che spesso sono simili ad attacchi cardiaci, disturbi endocrinologi o neurologici. Queste persone cominciano ad avere paura dell’attacco di panico e delle sue conseguenze, cominciano ad avere paura degli spazi aperti, della gente, di guidare, di stare in luoghi chiusi o lontani da casa. L’attacco di panico può durare dai 5 ai 30 minuti. La terapia cognitivo-comportamentale e/o gli inibitori di assorbimento selettivi, possono essere trattamenti validi per i disturbi di panico.
  • FOBIA SOCIALE: è estremamente comune, si manifesta come disagio o ansia eccessiva in quasi tutte le situazioni in cui la persona si trova a socializzare. Poiché è tanto comune,viene spesso sottovalutata e quindi non trattata, ma le persone che ne soffrono spesso evitano di parlare in pubblico, di usare i servizi igienici pubblici…
  • DISTURBO OSSESSIVO-COMPULSIVO: sono ricorrenti pensieri inquietanti che interferiscono con le attività quotidiane, sono paure per eventuali incidenti o malattie per se stessi e per gli altri. Sono pensieri costanti, come la paura di commettere errori, di carattere violento o sessuale. Le compulsioni sono comportamenti ripetitivi come ad esempio lavarsi in continuazione, contare, controllare sempre tutto. Queste persone spesso riescono a nascondere il problema ma ad un certo momento diventa palese a tutti che qualcosa non va.  La terapia cognitivo-comportamentale e specifici trattamenti possono aiutare a risolvere il problema.
  • FOBIA SPECIFICA: è una paura profonda di oggetti e situazioni specifiche, dalle quali si cerca di rifuggire. Ad esempio la paura delle altezze, la claustrofobia, sono le più comuni, oppure la paura dei serpenti o l’aracnofobia ( paura dei ragni). La terapia cognitivo-comportamentale è estremamente efficace.
  • DISTURBO D’ANSIA GENERALIZZATO: nota come preoccupazione eccessiva, queste persone spesso si preoccupano troppo e lottano continuamente per controllarsi. Le conseguenze sono l’irrequietezza, l’insonnia, la difficoltà a concentrarsi, stanchezza ed irritabilità. Il disturbo d’ansia spesso è accompagnato da depressione o da altri disturbi, sarebbe utile utilizzare anche una terapia farmacologica.
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme