Come riconoscere gli attacchi di panico

E’ necessario ricordare che, solo un terapeuta, può diagnosticare un disturbo di attacco di panico, ma ci sono alcuni segni che possono essere considerati come preavviso. Un recente studio ha dimostrato che a volte una persona arriva a contattare anche dieci medici, prima che si riesca a diagnosticare il problema, e che solo una persona su quattro riceve il trattamento di cui ha bisogno; ecco perché è importante saper riconoscere i sintomi per assicurarsi di ricevere la migliore terapia possibile.

Molte persone occasionalmente hanno attacchi di panico, ma questo non deve allarmare; il sintomo più ricorrente è la paura di averne un altro. E’ solo nel momento in cui si sono già avuti ripetuti attacchi di panico e si continua ad avere paura che possano ricomparire, che si deve pensare seriamente a contattare un professionista specializzato in disturbi di attacco di panico.

Ma dove si possono ricercare le cause dell’attacco di panico: nel corpo, nella mente o in entrambe?

Può esserci una predisposizione genetica a tale disturbo, se in famiglia ci sono state persone colpite da attacchi di panico non è escluso che si ripeta su un altro componente del nucleo familiare e che porti alla depressione; studi compiuti su gemelli ha confermato la possibilità dell’ereditarietà del disturbo. L’attacco di panico, però, può essere causato anche da un cattivo funzionamento biologico, anche se non è ancora stato identificato un marcatore biologico. Non si può certo affermare che il disturbo di attacco di panico si verifichi solo in determinati gruppi etnici: tutti sono esposti al rischio.

Alcuni ricercatori hanno paragonato il livello di stress ad un termostato. Più bassa è la resistenza allo stress, più alta sarà la predisposizione che innesca l’attacco di panico.

Tanto le cause psicologiche quanto quelle fisiche possono causare il disturbo, a volte entrambe scatenano il problema; può manifestarsi dapprima come malessere psicologico per poi sfociare in malessere fisico. Ad esempio può accadere che una persona abbia un accelerazione del battito cardiaco dovuta ad un’eccessiva assunzione di caffè, e credere che sia invece un chiaro segno di un attacco di panico: proprio questa convinzione scatena il disturbo. Non è comunque da escludere la possibilità che un’eccessiva dose di sostanze contenenti caffeina associate a medicinali, possano provocare l’attacco di panico. Una delle cose più frustranti per il malato è non riuscire a capire se la causa scatenante è fisica o psicologica, ecco perché la terapia dell’attacco di panico si concentra su tutte le componenti: fisica, psicologica e fisiologica, della malattia.

Ma, le persone affette da questo disturbo, possono condurre una vita normale? La risposta è si se accetta di ricevere le cure adeguate

L’attacco di panico è guaribile attraverso una serie di diverse terapie disponibili. Queste cure sono efficaci e permettono al malato che ha completato con successo il trattamento di condurre una vita normale, evitando stati d’ansia soffocante; una volta curati nella maniera giusta, gli attacchi di panico non danno complicazioni ulteriori.

Si verifica senza preavviso e si è incapace di fermarlo;

Il livello di paura che si prova è sproporzionato rispetto alla situazione che si sta vivendo;

Gli attacchi passano in pochi minuti oppure si ripetono per ore.

L’attacco di panico non mette la persona in pericolo di vita ma la porta a credere di diventare pazzo, ci si sente paralizzati e fuori controllo, tanto da provocare delle complicazioni quali fobie, depressione, abuso di medicinali e a volte anche il suicidio. Può essere talmente devastante da impedire alla persona di affrontare il mondo esterno. In realtà le fobie che sviluppano le persone che hanno avuto episodi di attacchi di panico non dipendono da paure reali ma piuttosto dalla paura che l’evento si possa ripetere ancora, cominceranno così ad evitare certi oggetti o situazioni perché pensano che possano innescare altri attacchi

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme