Cos’è il disturbo d’ansia generalizzata

COS’E’ IL DISTURBO D’ANSIA GENERALIZZATA

Questo lavoro si propone di insegnare a gestire la  preoccupazione e l’ansia, imparando a cambiare il modo di pensare e il modo di reagire agli eventi. In sostanza si tratta di apprendere nuovi metodi di controllo. E ‘importante rendersi conto che mantenere sotto controllo il livello di  preoccupazione e di ansia è una competenza che si deve imparare, per essere efficace, l’abilità deve essere praticata regolarmente e sarà necessario rendersi conto  del cambiamento. Ciò che conta non è la gravità del livello d’ ansia, o da quanto tempo si soffre d’ansia ,  ma piuttosto la motivazione a
modificare le proprie reazioni ansiogene.
Che cos’ è il disturbo d’Ansia Generalizzato?
Il disturbo d’ansia generalizzato è un disturbo che è caratterizzato da sentimenti persistenti di ansia e preoccupazione, che è in genere sproporzionata rispetto alle circostanze reali, ed è  difficile da controllare. La  preoccupazione è  generalizzata, in quanto il contenuto della preoccupazione è in grado di coprire un certo numero di diversi eventi o circostanze, ed i sintomi fisici dell’ansia non sono specifici.

Gli individui con disturbo d’ansia generalizzato si descrivono come sensibili per natura e come tendenti a preoccuparsi di tutto fin  dall’ infanzia o dalla prima adolescenza.
I sintomi di ansia in genere sperimentati dagli individui con il disturbo d’ansia generalizzata
 sono:
– sensazione di irrequietezza, agitazione

–         stanchezza
– difficoltà di concentrazione, o  vuoti di memoria
– sensazione di irritabilità
– tensione muscolare
– difficoltà a dormire, o difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno
Il disturbo d’ansia generalizzato è uno dei disturbi d’ansia più comuni.

Se si soffre di disturbo d’ansia generalizzato, è possibile che si verifichi uno o una serie di sensazioni:
-tremori o agitazione
– irrequietezza
-tensione muscolare
– sudorazione
– mancanza di respiro
– battito cardiaco accelerato
– respirazione veloce
– secchezza delle fauci
– vampate di calore o brividi
– sensazione di malessere o nausea
 
Questa ‘lotta o fuga’  è utile nel breve periodo, ma è inutile a lungo termine e sicuramente di scarsa utilità in più situazioni di stress. Tuttavia, poiché la lotta o fuga è stata utile quando, nel lontano passato abbiamo regolarmente avuto a che fare con un pericolo fisico, rimane parte della nostra costituzione fisica; perciò non c’è da meravigliarsi che quando ci sentiamo minacciati, abbiamo la nausea, e le nostre braccia e  gambe cominciano a tremare e , come se si volesse  fuggire o combattere.
Tutti questi cambiamenti nel corpo, possono diminuire dopo un’intensa attività fisica, questo spiega perché molte persone riferiscono la voglia di correre o fare attività fisica, quando sono sottoposte a situazioni  stressanti. Tuttavia, non sono spesso in grado di  impegnarsi in attività fisica e quindi sono meno in grado di annullare le modifiche. Per le persone che sono inclini a preoccuparsi eccessivamente, questi cambiamenti possono essere piuttosto fastidiosi e percepiti come  nuova fonte di minaccia; questo, naturalmente, porta ad un’attivazione della risposta della lotta o fuga.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme