Crisi di panico

“CRISI DI PANICO!!! E’ arrivato all’improvviso, ho cominciato a sentire un’ondata dopo l’altra di paura, ho sentito il mio cuore battere forte che pensavo uscisse fuori dal petto, avevo dolore diffuso alle gambe. Ho avuto così tanta paura che non riuscivo più a respirare. Cosa mi stava succedendo? Stavo avendo un attacco di cuore? Stavo per morire?”

Gli attacchi di panico fanno sentire la persona molto male, sono emotivamente debilitanti. Molto spesso coloro che subiscono il primo attacco di panico, corrono in ospedale perché credono si tratti di un infarto, e, quando scoprono che a livello fisico non c’è alcun problema, si sentono molto frustrati perché non riescono a capire cosa sia successo loro. Se una persona passa da un medico all’altro senza che gli sia diagnosticato il disturbo di attacco di panico, può passare anche un anno senza ricevere una cura adeguata e il panico aumenta provocando una situazione insostenibile da parte del malato che si sente incompreso dal mondo intero, poichè i sintomi dell’attacco di panico sono molto reali, quest’esperienza può essere davvero traumatica. Alla base del problema c’è il continuo ripetersi:”quando mi accadrà di nuovo?”

Alcune persone temono così tanto il ripetersi dell’attacco di panico, che si rifugiano in “zone di sicurezza”, generalmente identificate con la propriaabitazione. Questa situazione si chiama agorafobia, il malato si sente costretto a restare in casa per poter meglio controllare un attacco di panico.

L’attacco di panico può essere spiegato come un incubo emotivo, ci si sente stretti in una morsa, e in preda ad una catastrofe; alcuni sentono di perdere il controllo e di fare delle brutte figure in pubblico, altri si sentono soffocare e così via.

Le conseguenze di un attacco di panico sono devastanti:depressione, impotenza e la paura che possa accadere di nuovo rende la vita un vero e proprio inferno.

Purtroppo molte persone si rifiutano di chiedere aiuto per risolvere problemi come attacchi di panico, agorafobia, ansia e difficoltà connesse; questo comportamento risulta irragionevole perché sono tutti problemi curabili se trattati adeguatamente. Oggi per questi problemi si fa riferimento alla terapia cognitivo- comportamentale che ha dato ottimi risultati anziché il vecchio stile basato sull’analisi. L’obiettivo della terapia è “come” riuscire ad eliminare i sentimenti e pensieri che hanno dato vita al circolo vizioso dell’attacco di panico. Queste persone non sono pazze e la guarigione dipende molto dalla gravità e durata del problema ma soprattutto dalla volontà del paziente. Quando cambierà il modo della mente di rispondere al problema, allora l’ansia e il panico cominceranno a diminuire e non causeranno più problemi.

L’attacco di panico è una reazione del tutto naturale a una situazione in cui ci si sente minacciati, si cerca quindi di sfuggire, così come gli animali per istinto cercano di scappare dal loro predatore. Questa voglia di fuga si manifesta con un aumento di adrenalina, accompagnato all’ansia e al panico; il flusso di adrenalina e il conseguente aumento della pressione sanguigna, aumenta la forza e la consapevolezza del pericolo. La percezione del pericolo però può essere talmente elevata da provocare: vertigini, nausea, iperventilazione, confusione, mancanza di controllo, agitazione, tremore. Durante l’attacco di panico il corpo passa attraverso gli stessi processi fisici di quando si trova in una situazione di reale pericolo, la differenza è che non è questo il caso. Diventano così normali pensieri quali:

  • “sto diventando pazzo”
  • “sto morendo”
  • “ho un attacco di cuore”
  • “mi sento soffocare, non respiro più” l
  • “sto perdendo il controllo di me stesso

La terapia cognitivo- comportamentale è risultata la terapia più efficace per combattere i disturbi d’ansia e di panico; si mette a fuoco il problema per rendere migliore il presente e di conseguenza anche il futuro.

E’ grazie a questo tipo di terapia e alla perseveranza del paziente che si possono ottenere ottimi risultati

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme