Ossessioni: cosa sono le ossessioni nel disturbo ossessivo compulsivo

OSSESSIONI NEL DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO

Molti di noi a volte devono tornare indietro e controllare bene che il ferro da stiro sia scollegato o che lo sportello della macchina sia chiuso. Ma per chi soffre di disturbo ossessivo-compulsivo (disturbo ossessivo compulsivo), i pensieri ossessivi e i comportamenti compulsivi diventano così eccessivi da interferire con la vita quotidiana; e non importa quello che fai,  perchè è impossibile scrollarsene.
Se si hanno i sintomi di un disordine ossessivo-compulsivo, ci si può sentire isolati e indifesi, se si soffre di pensieri incontrollabili, irrazionali, ci si sente costretti a eseguire gli stessi rituali più e più volte. Educare se stessi sul trattamento per disturbo ossessivo compulsivo è un primo passo importante.
Il disturbo ossessivo-compulsivo (disturbo ossessivo compulsivo) è un disturbo d’ansia caratterizzato da incontrollabili, pensieri indesiderati e ripetitivi, da comportamenti ritualizzati che ci si sente costretto a eseguire. Se si soffre di disturbo ossessivo compulsivo, probabilmente ognuno può riconoscere che i pensieri ossessivi e i comportamenti compulsivi sono irrazionali, ma nonostante ciò, ci si sente incapace di resistere e liberarsene.
Il  disturbo ossessivo-compulsivo (disturbo ossessivo compulsivo) fa sì che il cervello rimanga bloccato su un particolare pensiero o desiderio. Ad esempio, si può verificare più e più  volte che la stufa sia veramente spenta, lavarsi le mani fino a quando pensiamo di aver rimosso i germi, o guidare in giro per ore per assicurarsi che l’urto sentito durante la guida non fosse una persona da voi investita. .

 

Comprendere le ossessioni

 

Le ossessioni sono pensieri involontari, apparentemente incontrollabili, immagini o impulsi che si verificano più e più volte nella mente. Purtroppo, questi pensieri ossessivi possono spesso disturbare.
 La maggior parte delle persone affette da disturbo ossessivo-compulsivo (disturbo ossessivo compulsivo) rientrano in una delle seguenti categorie:

    * Hanno paura di contaminazione. Di solito hanno le compulsioni per la pulizia o il lavaggio delle mani.
    *  Controllano ripetutamente le cose (forno spento, porta chiusa a chiave, ecc) che essi collegano con un danno o un imminente pericolo.
 * I perfezionisti hanno paura che se non faranno tutto alla perfezione, accadrà loro qualcosa di  terribile.

Solo perché si hanno pensieri ossessivi o si eseguono comportamenti compulsivi non significa che si tratti di disturbo ossessivo-compulsivo. Con disturbo ossessivo compulsivo, questi pensieri e comportamenti causano un forte disagio e interferiscono con la vita quotidiana e le relazioni.
La maggior parte delle persone affette da disturbo ossessivo-compulsivo (disturbo ossessivo compulsivo) hanno sia le ossessioni che le compulsioni, ma alcune persone sperimentano solo uno o l’altro.
I più comuni pensieri ossessivi nel disturbo ossessivo-compulsivo (disturbo ossessivo compulsivo) includono:

    * La paura di essere contaminati da germi o sporcizia.

    * La paura di causare danni a se stessi o agli altri.
    * I pensieri intrusivi sessualmente espliciti.

    * Eccessiva messa a fuoco sulle convinzioni religiose o morali.
    * La paura di perdere o di non avere le cose di cui potreste avere bisogno.
    * Ordine e simmetria: l’idea che tutto deve essere allineato “giusto”.
    * Le superstizioni; eccessiva attenzione a qualcosa considerato fortunato o sfortunato.

I più  comuni comportamenti compulsivi nel disturbo ossessivo-compulsivo (disturbo ossessivo compulsivo) includono:

    * Eccessivo controllo delle cose.

    * Controllare ripetutamente che i propri cari siano al sicuro.
    * Contare, toccare, ripetere alcune parole, o fare altre cose insensate per ridurre l’ansia.
    * Spendere un sacco di tempo nel lavaggio o nella pulizia.
    * Ordinare o organizzare le cose in un certo modo.

    * Pregare eccessivamente o  impegnarsi in rituali innescati dalla paura religiosa.
    * L’accumulo di “spazzatura”, come vecchi giornali o contenitori per alimenti vuoti.

disturbo ossessivo compulsivo nei bambini

 

Mentre l’insorgenza del disturbo ossessivo-compulsivo si presenta solitamente durante l’adolescenza o età adulta, i bambini più piccoli a volte hanno sintomi che assomigliano a disturbo ossessivo compulsivo. Tuttavia, i sintomi di altri disturbi, come ad esempio ADD, autismo e sindrome di Tourette, può anche apparire come disturbo ossessivo-compulsivo, per cui è necessario un approfondito esame medico e psicologico prima di effettuare una diagnosi.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme