Paura durante gli attacci di panico

Un attacco di panico è una terrificante esperienza, tuttavia in realtà non ci troviamo in pericolo di vita. Se analizziamo una crisi di panico possiamo studiare come questa è una reazione del corpo del tutto naturale rispetto ai segnali che il nostro corpo sta ricevendo. Ad esempio, quando pensiamo che la nostra vita, o la nostra sopravvivenza in qualche modo è minacciata, tutti noi abbiamo una reazione istintiva o di lotta o di fuga. Questa reazione produce un improvviso aumento di adrenalina che si accompagnerà a forti sensazioni di agitazione; questo stato di intensa agitazione sarà interpretato dal nostro corpo come un invito a fuggire, a scappare da quel luogo o da quella situazione. E’ molto interessante notare come l’intensità della reazione e l’intensità del desiderio di fuggire sono cose che dovrebbero garantire la nostra sopravvivenza qualora ci trovassimo in una condizione di vero pericolo. Il flusso di adrenalina e il conseguente ulteriore flusso di sangue fa aumentare la forza della percezione di pericolo. Questa consapevolezza della percezione di pericolo sta alla base della manifestazione di sintomi come vertigini, nausea, iperventilazione, palpitazioni, stato di confusione, mancanza di controllo, senso di stordimento, agitazione, tremore, sudorazione.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme