Psicoterapia e cura dell’ansia da gioco d’azzardo

PSICOTERAPIA E CURA DEL DISTURBO DA GIOCO D’AZZARDO

Giocatori Anonimi

La forma più diffusa di un trattamento psicoterapeutico è quella dei giocatori anonimi. Formata sul modello degli Alcolisti Anonimi, essa è ampiamente disponibile in molti Stati e a livello internazionale. La filosofia del trattamento, è simile a quello di dipendenza da altre sostanze e per recuperare, bisogna lavorare un passo alla volta I giocatori d’azzardo che hanno deficit di comorbidità, attenzione / iperattività (ADHD), e l’espressione elevata di impulsività (verbalmente e comportamentale) possono avere difficoltà nel coinvolgere e mantenere le informazioni.

Terapia cognitivo-comportamentale del disturbo da gioco d’azzardo

Il principio base della terapia cognitivo-comportamentale per il gioco d’azzardo patologico è quello di individuare i pensieri negativi, le distorsioni cognitive, e le percezioni errate circa il gioco d’azzardo che sono responsabili della continua scommessa. La CBT ha dimostrato di essere efficace in una serie di altri disturbi psichiatrici.  Sulla base di questa esperienza, i clinici e ricercatori si sono serviti  della CBT per il gioco d’azzardo patologico nella speranza di raggiungere lo stesso grado di efficacia.
La terapia cognitivo comportamentale per giocatori patologici può verificarsi in una varietà di metodi che vanno dalla terapia  individuale  a quella di gruppo. La CBT può impiegare una gamma di tecniche di didattica  con giochi di ruoli per le credenze e gli atteggiamenti difficili. Nella maggior parte delle impostazioni ambulatoriali, la CBT per i giocatori d’azzardo patologici di solito dura da 8 a 15 sedute. La terapia è molto attiva e spesso include l’assegnazione di compiti a casa.
Nelle teorie eziologiche di gioco d’azzardo patologico, la presenza di distorsioni cognitive circa il gioco d’azzardo spesso alimentano il gioco. Per esempio, Ladoceur ha mostrato che i pensieri errati circa il gioco d’azzardo persistono indipendentemente dal tipo di gioco. Il giocatore ha la convinzione persistente che una vittoria arriverà presto anche se i risultati delle scommesse si basano sulla casualità. I giocatori d’azzardo patologici credono anche loro abilità di gioco sono unici nel senso che sono in grado di controllare gli eventi casuali; e credono che il gioco d’azzardo sia la soluzione ai problemi della vita, soprattutto sul piano finanziario. Infine, i giocatori hanno spesso visioni distorte delle probabilità di un gioco. Una volta che queste percezioni errate vengono identificate, i pazienti  vengono indirizzati verso modi alternativi di pensare, che, in teoria, porteranno alla riduzione del gioco d’azzardo  o ad un migliore controllo sul gioco d’azzardo.
La componente cognitiva della CBT ha il compito di  identificare le distorsioni cognitive, le percezioni errate e le false aspettative di gioco. Un esercizio comune è quello di descrivere le situazioni di vita a rischio che potrebbero scatenare una ricaduta. Ciò potrebbe includere la guida di un casinò locale, avendo denaro extra a portata di mano. Una volta identificato il problema, il terapeuta e il paziente ricercano un approccio  su come evitare o gestire la situazione. La CBT   sembra funzionare meglio per i giocatori fortemente motivati ​​e penetranti. Non è raccomandata per coloro che sono alle prese con l’intuizione, hanno estesi disordini in comorbidità, o che hanno difficoltà a mantenere l’attenzione. Una delle forze della di CBT è che può identificare i pensieri errati di un individuo o le distorsioni cognitive (cioè non tutti i giocatori hanno la stessa distorsione cognitiva), e questo tipo di terapia fornisce la flessibilità necessaria per identificare ciascuno di essi separatamente.
Le tecniche di gestione comportamentali da utilizzare con i giocatori d’azzardo patologici sono limitare l’accesso al denaro, aumentando il grado di difficoltà a giocare. Ad esempio, i giocatori sono incoraggiati a disconnettere Internet, mentre i giocatori del casinò possono essere ammessi a firmare per un divieto di auto-esclusione dal casinò. Ognuno di questi interventi comportamentali è progettato per aumentare la difficoltà ad ottenere l’accesso al denaro per giocare. In termini di dati a sostegno di CBT per i giocatori, ci sono stati diversi studi che documentano la sua efficacia. Ladouceur ha dimostrato che la CBT è molto efficace per l’intervento precoce di patologia sui giocatori. Tuttavia, la CBT sembra essere un promettente trattamento psicoterapeutico per i giocatori d’azzardo patologici e dovrebbe essere impiegato ovunque sia possibile.

Terapie comportamentali del disturbo da gioco d’azzardo

Questi tipi di terapia per il gioco patologico si basano su principi di condizionamento della classica teoria  operante. I metodi di trattamento che tentano di modificare questo comportamento includono la terapia dell’avversione, desensibilizzazione immaginale, e l’ esposizione con prevenzione della risposta. Teoricamente, il comportamento è rimodellato modificando risposte apprese e riducendo sensazioni gratificanti di eccitazione o di altri sentimenti provenienti dal gioco d’azzardo. Le terapie comportamentali per il gioco d’azzardo patologico hanno ricevuto notevole attenzione durante la fine degli anni ’70, ma non sono così ampiamente disponibili come altre forme di psicoterapia per il gioco d’azzardo patologico.
La terapia dell’avversione consiste nel ridurre la frequenza di un comportamento associando il gioco d’azzardo con un stimoli spiacevoli, come una scossa elettrica.

    
Psicoterapia psicodinamica del disturbo da gioco d’azzardo

Nel corso del XX secolo, gli psicoanalisti hanno considerato il gioco d’azzardo patologico come un disco inconscio di punire se stessi, spesso allo scopo di diminuire i temi di odio di sé e di ostilità verso le figure d’autorità. Diversi psicoanalisti hanno applicato tecniche fondamentali per i giocatori d’azzardo patologici, soprattutto nel corso del 1950. Ci sono stati pochissimi sforzi per documentare l’efficacia della psicoanalisi. La psicoanalisi è  utile ai giocatori d’azzardo patologici, per risolvere i conflitti interpersonali all’interno della terapia, e presumibilmente  ridurre il comportamento di gioco.
La psicoterapia individuale per i giocatori d’azzardo patologici dipende dalla abilità, la conoscenza e l’esperienza dello psicoterapeuta. La psicoterapia psicodinamica per i giocatori d’azzardo patologici si concentra sull’individuazione del significato che sta dietro il gioco d’azzardo in corso e risolvere i conflitti che hanno portato ad essa. Inoltre, la terapia psicodinamica si concentra sulla riduzione del senso di colpa e la vergogna associata con le conseguenze del gioco d’azzardo patologico. Il gioco d’azzardo patologico, come altri disturbi da dipendenza, spesso utilizzano meccanismi di difesa immaturi, come la negazione, la razionalizzazione, la riduzione al minimo, e il rifiuto. Sotto stress, molti di questi meccanismi di difesa emergono. La psicoterapia individuale si concentra sulla individuazione di tali meccanismi e sullo sviluppo di meccanismi di difesa più sani.
Ad oggi, ci sono dati molto incerti che  dimostrano l’efficacia della psicoterapia psicodinamica in giocatori d’azzardo patologici. Sulla base dell’esperienza clinica, l’efficacia della terapia psicodinamica è probabilmente dovuta ad una serie di fattori, tra cui avere un luogo per discutere di senso di colpa / vergogna, riflessione, e  psicoeducazione. Molti lottano con l’onestà, l’ambivalenza, la motivazione, o una combinazione di tutti e tre. Per assistere i pazienti nella selezione delle risorse, ci sono programmi di certificazione nazionali e statali per i singoli terapeuti nel trattamento del gioco d’azzardo patologico.

Terapia Familiare del disturbo da gioco d’azzardo 

Una delle principali aree di conseguenze negative del gioco d’azzardo patologico è che ha effetti diretti sul funzionamento della famiglia. Il gioco d’azzardo patologico può portare al divorzio,  a lotte intestine, alla violenza domestica, e può progredire consentendo comportamenti che perpetuano il gioco d’azzardo continuato. La terapia familiare con i giocatori d’azzardo patologici si concentra sull’identificazione delle dinamiche familiari problematiche e cerca di ridurre il caos e il conflitto. Uno scopo secondario di terapia familiare per i giocatori patologici è quello di confermare il rifiuto dei giocatori d’azzardo patologici  di un comportamento di gioco. In genere, i metodi utilizzati nella terapia della famiglia di giocatori d’azzardo patologici può variare da cognitivo-comportamentale a concentrarsi sulla comprensione delle ragioni per giocare. Ad oggi, pochi studi hanno esaminato l’impatto della terapia familiare sui comportamenti di gioco individuali, ma le iniziative di ricerca sono in corso. Coinvolgere la famiglia in trattamento è essenziale per comprendere e affrontare le conseguenze del comportamento di gioco continuo.

    
Riduzione del danno del disturbo da gioco d’azzardo

Prendendo spunto direttamente dalla filosofia impiegata nel trattamento dell’abuso di droga, alcuni terapeuti possono tentare di applicare queste teorie al gioco d’azzardo patologico. Questi sarebbero gli interventi finalizzati a controllare o limitare il gioco d’azzardo. La premessa è che se alcuni giocatori d’azzardo patologici sono guidati da distorsioni cognitive e inconsapevole delle possibili conseguenze del gioco d’azzardo in corso, gli interventi in questo settore possono essere sufficienti a ripristinare il controllo sulle perdite di gioco. Esempi di tecniche di riduzione del danno includono la fissazione di limiti di tempo dedicato al gioco d’azzardo, giocare con denaro contante al posto del credito, e giocare con i limiti di perdita predeterminati.
 Il gioco d’azzardo patologico, però, porta alcune caratteristiche uniche cliniche che complicano l’utilità del modello di riduzione del danno. Il gioco d’azzardo non è auto-limitante, cioè, si può continuare per sempre a condizione che ci siano abbastanza soldi. L’imprevedibilità del gioco d’azzardo significa che alcuni giocatori possono effettivamente vincere. Inoltre, ogni volta che gioca un paziente, vi è sempre il rischio di subire danni significativi in ​​una quantità di tempo molto breve, il che significa che una vita di conseguenze possono sorgere dopo una singola sessione di gioco.

 Altri aspetti da considerare in Psicoterapia del disturbo da gioco d’azzardo

Sebbene il gioco d’azzardo patologico condivida molte caratteristiche cliniche con altri disturbi da dipendenza, ci sono differenze notevoli che devono essere note nel corso della psicoterapia. Le tecniche utilizzate per l’abuso di sostanze potrebbero non funzionare per il gioco d’azzardo patologico. Ad esempio, il gioco d’azzardo non può essere rilevato da un esame obiettivo, quindi, la frequenza e la partecipazione alle riunioni  di terapia non significa necessariamente l’astinenza. Un’altra differenza è che i giocatori d’azzardo patologici possono realmente vincere soldi mentre sono impegnati nelle loro attività quotidiane. Pochi tossicodipendenti riferiscono di tornare a casa con i soldi. Infine, i giocatori d’azzardo patologici non possono biasimare i loro comportamenti irrazionali rispetto agli effetti inebrianti di droghe o alcool. Come risultato, vi è una realizzazione forte,  qualsiasi comportamento distruttivo che si è verificato è un risultato diretto di sé e non il risultato di intossicazione. A sua volta, questo porta spesso intensi sentimenti di colpa, vergogna e imbarazzo, che, se non esplorato porterà sicuramente ad un aumento del gioco d’azzardo.
 Per definizione, i giocatori d’azzardo patologici hanno alterato la percezione del  denaro. Qualsiasi forma di psicoterapia con i giocatori d’azzardo patologici richiede una discussione sui soldi. Un gran numero di giocatori d’azzardo patologici continuano a giocare semplicemente perché i debiti sono così grandi che non vedono altro modo di recuperare i loro soldi se non attraverso il gioco d’azzardo. La maggior parte dei terapeuti non ricevono alcuna formazione sulla pianificazione finanziaria, diritto fallimentare, o rimborsi dei prestiti. Come risultato, i terapeuti che intendono lavorare con i giocatori d’azzardo patologici devono educare su come gestire correttamente il denaro.

Ci sono diverse psicoterapie emergenti che sono in corso di esame per l’efficacia in giocatori d’azzardo patologici. La gestione d’emergenza, una strategia terapeutica che ha dimostrato di essere efficace per i disturbi d’uso di sostanze, in particolare oppiacei e abuso di cocaina, non è stata ampiamente valutata per i giocatori patologici. La gestione delle emergenze opera utilizzando il rinforzo positivo e cerca di individuare il modo di premiare comportamenti sani invece di punire in atto comportamenti di dipendenza.
La consulenza virtuale (Internet o terapia computerizzata) è un’altra opzione di trattamento. Attualmente ci sono solo pochi programmi di trattamento di specialità, e un modo per espandere i servizi di trattamento è quello di fornire consulenza telefonica e via Internet. Alcuni giocatori d’azzardo patologici possono essere riluttanti a entrare in terapia individuale o di gruppo a causa di stigma, la mancanza di disponibilità di risorse, o la negazione

Conclusioni sul trattamento del disturbo da gioco d’azzardo

Ci sono diversi tipi di trattamenti psicoterapeutici disponibili per il gioco d’azzardo patologico. Più accessibile è la terapia cognitivo-comportamentale e la terapia individuale (di solito la psicoterapia psicodinamica) .Rispetto ad altri disturbi psichiatrici, la quantità di evidenze che supportano l’efficacia di questi trattamenti non è così ampia, ma è un settore in crescita. Dato che non ci sono terapie farmacologiche approvate per il gioco d’azzardo patologico e che la conoscenza delle basi biologiche del gioco d’azzardo patologico sta  emergendopoco alla volta, questo dimostra quanto sia importante  sviluppare i trattamenti psicosociali. I trattamenti psicosociali più efficaci sembrano essere una combinazione di approcci terapeutici, tra cui terapia insieme individuale e cognitivo-comportamentale .

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Mazzini, 76 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2016 Frontier Theme