Agorafobia: cose’è l’agorafobia

 

L’, è uno dei tanti disturbi d’, spesso è preceduta da , e solo un professionista può fare una giusta diagnosi. In genere quando si soffre di , si cerca di evitare determinate situazioni che possano esserne la causa, pian piano il numero delle situazioni aumenta, e si evita di fare praticamente tutto.

L’ è una paura irrazionale, anche se i pensieri, sentimenti che si provano sono anche fin troppo reali. Il problema è la paura che l’ si ripresenti, si tratta di un di con . La fuga diventa così l’unica salvezza, man mano che l’ aumenta il malato cerca il modo di scappare da quella situazione.

I segni e i dell’ sono numerosi rispetto alla maggior parte delle altre fobie, così come proprio il in sé è più complesso.

La paura di varcare quella “zona di sicurezza” che ci si crea, è la paura più comune. A causa di questa paura di uscire, si evitano situazioni e luoghi aperti e frequentati; se si riesce ad uscire poi, ci si sente stressati, sale la pressione arteriosa e di conseguenza l’. Se la paura di uscire è veramente grande, si cerca la compagnia di qualcuno in modo da sentirsi più protetti, questo è il modo più comune per gli agorafobici di affrontare il problema.

Alcuni dei sono:

• Paura di essere soli;

• Paura di avere un ;

• Fare costantemente affidamento sugli altri per uscire;

• Ci si barrica in casa per un lungo periodo di tempo e ci si crea una “zona di sicurezza”;

• Paura di non essere capaci di reagire ad una situazione particolare;

• Paura di perdere il controllo soprattutto quando ci si trova in mezzo alla gente;

• Sensazione di vertigini e capogiri;

• Sudorazione;

• Tremore;

• Dolore toracico;

• Nausea;

• Sensazione di intorpidimento e formicolìo;

• Paura di usare mezzi pubblici;

• Percezione dell’ambiente come irreale.

Questo non è un elenco completo dei, sono solo i più comuni, è interessante notare come alcuni di questi si possano associare con quelli di chi soffre di . Spesso un altro sintomo riscontrato da più persone è la paura del buio totale, è come se senza luce venisse meno anche l’aria, e quindi si blocca anche la respirazione.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2017 Frontier Theme