Attacchi di panico: cause e trattamento

Attacchi di : e

Negli insolitamente si avverte paura per nessuna causa, il cuore inizia a battere forte, si avverte dolore al petto, ci si sente spaventati e si ha difficoltà nel respirazione.
Di fronte ad un , infatti, il nostro corpo potrebbe inviarci segnali anomali improvvisi avere una funzione corporea sconosciuta, come se il corpo non fosse più in grado di tollerare ciò che si ha avuto fino al giorno prima.
Il d’, chiamato anche , è molto diverso da altri tipi di , in quanto gli si verificano improvvisamente, apparentemente senza causa e spesso possono essere invalidanti.
Una volta che una persona soffre di un , ad esempio durante la guida di un veicolo, in un luogo dove ci sono molte persone o è in un ascensore, si possono sviluppare paure irrazionali, chiamate fobie, per poi cominciare ad evitare queste situazioni. Nel corso del tempo, la necessità di evitare tali situazioni e il grado di per un altro attacco, può raggiungere il punto in cui la persona che ha il di non possa tornare alla guida di un veicolo o addirittura a non uscire più dalla propria casa.
L’, quindi, può avere un grave impatto sulla vita quotidiana di una persona, tanto quanto qualsiasi altra malattia grave, a meno che l’individuo riceva un efficace.
Gli possono verificarsi in qualsiasi momento o luogo, senza preavviso. Essi si verificano spesso in luoghi inaspettati: in un supermercato, nei centri commerciali, in una riunione, in viaggio o mentre ci si rilassa in vacanza.
Si può vivere in costante paura di avere un altro attacco. Alcune persone, non riescono ad allontanarsi dalle proprie case, noto come .

Il di è una malattia?
Sì. Senza dubbio si tratta di una malattia potenzialmente invalidante e può essere controllato da un specificamente progettato per trattare il di .
Purtroppo, a causa dei fastidiosi che si verificano, la malattia spesso viene scambiata per una condizione del cuore o per un’altra malattia mortale. Generalmente, le persone che sono in preda ad un , si riversano al pronto soccorso degli ospedali ed, eventualmente, vengono eseguiti dei test approfonditi per eliminare dubbi sull’esistenza di altre patologie.
Di norma, il personale medico tenta di garantire che il paziente non sia in serio pericolo. Tuttavia, questi tentativi di calmare il paziente potrebbero peggiorare la situazione perchè il medico con le espressioni come “non è grave”, “è una questione di immaginazione” o “non è qualcosa di cui preoccuparsi”, porterebbero il paziente ad avere un’impressione sbagliata.

Quali le ?
Secondo una teoria esistente, “sistema di allarme” del nostro corpo è l’insieme di meccanismi mentali e fisici che permettono ad una persona di affrontare una minaccia all’azione senza che sia necessario un pericolo. Gli scienziati che lavorano in questo tipo di studi non sono riusciti a sapere esattamente come questo possa accadere: potrebbe dipendere dalla sensibilità delle persone ai disturbi d’ o dal non sapere che gli possono essere curati in modo permanente. È stato determinato, però, che il causato dal si diffonde all’interno della famiglia, che può essere sia congenito o sono i geni che giocano un ruolo decisivo nel determinare chi li erediterà. A volte, inoltre, gli attacchi sono causati da una malattia fisica, da un grave emotivo nella vita o eventualmente da che aumentano l’attività della parte del cervello responsabili delle reazioni di paura.

Quando inizia e quanto dura il di ?
A volte potrebbe iniziare quando una persona è sotto un enorme quantità di , come ad esempio dopo la morte di un membro della famiglia o di una persona cara o dopo il parto.
Chiunque può avere di , ma è più comune nelle donne che negli uomini. A volte è ereditaria e può durare per alcuni mesi o per molti anni.

Quali sono i?
I degli si verificano improvvisamente, senza alcuna causa apparente. Con la caratteristica della presenza in un periodo preciso di intensa paura o di disagio di quattro (o più) dei seguenti si sviluppano improvvisamente e hanno raggiunto un picco nei primi 10 minuti.
I possono includere: battito cardiaco veloce o martellante, dolore al petto,vertigini, nausea instabilità, svenimenti, mancanza di respiro, , brividi, sensazione di , nausea, formicolio o intorpidimento alle mani, sensazione che qualcosa di orribile potrebbe accadere e che non si può evitare, paura di perdere il controllo e di fare qualcosa che provochi una vergogna, , paura di morire, angoscia.
Di solito, l’attacco dura alcuni minuti ed è considerato come una delle situazioni più difficili che una persona può sperimentare.

E se non viene curato?
Il potrebbe durare per mesi o anni. Anche se di solito inizia durante la pubertà, in alcune persone i potrebbero verificarsi anche più tardi. Se non trattato, può peggiorare al punto che la vita di una persona venga seriamente compromessa.
In realtà, a causa del ,molte persone hanno avuto problemi con gli amici o la famiglia o con il posto di lavoro. Si può presentare qualche miglioramento di tanto in tanto, ma di solito non va via da solo, a meno che la persona riceva un adeguato.

Quante persone soffrono di ? Sono l’unico a soffrirne?
No. In un solo anno negli Stati Uniti, quasi tre milioni di persone soffrono di .
In Argentina, in particolare nelle grandi città di Buenos Aires, si stima una ogni trenta persone.

Di fronte ad chi potrebbe aiutarmi?
Molte persone con di spesso trovano utile parlare con un medico o con uno specialista nei disturbi d’ per aiutarli a capire come trattare il .

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2017 Frontier Theme