Come controllare l’ansia

Come controllare l’ansia

La cura dell’ansia è un processo che richiede tempo; a volte però abbiamo bisogno di soluzioni rapide per il controllo dell’ansia.
Il disturbo d’ansia è un processo che ha una grande varietà di sintomi che si mostrano; la domanda che ci poniamo è se questi sintomi che ostacolano il soggetto possono continuare per tutta la vita.
Il processo di guarigione richiede tempo e dipenderà dall’intensità dell’ansia, tanto tempo offriamo alla nostra sofferenza e altrettanto ne servirà al sistema per trattare l’ansia.

Quando abbiamo un attacco d’ansia, abbiamo bisogno di avere qualche elemento che ci permette di controllare l’ansia veloce, un sistema che – anche se non cura la malattia – ci permette di controllare la situazione. Per controllare questi momenti specifici possiamo prendere in considerazione una di queste strategie:

1. salivazione.

È un dato di fatto che il nostro corpo non produce adrenalina e saliva contemporaneamente, cioè, quando produce adrenalina non può produrre saliva e quando produce saliva non può produrre adrenalina.
Quando abbiamo un attacco di ansia, per difendersi il nostro corpo reagisce a una minaccia che non esiste, genera “adrenalina”, la sostanza che ci prepara a vincere la competizione e superare un pericolo reale, ma non fa altro che aumentare l’ansia.
Dal momento che vogliamo controllare l’ansia, la prima cosa che facciamo è quella di produrre saliva; quando il corpo produce saliva non genera più adrenalina che è in grado di evitare gli attacchi di panico o almeno ridurre notevolmente la loro intensità.
Per ottenere ciò che ci interessa sarà necessario mordersi la punta della lingua; messo in pratica nel momento in cui inizia l’attacco di ansia, questo sistema è molto efficace nel controllare l’ansia rapidamente.

2. Respirazione.

Inconsciamente quando abbiamo un attacco d’ansia abbiamo l’alito cattivo, infatti tendiamo a respirare pesantemente (iperventilazione).
Dal momento che lo facciamo inconsciamente, sembra difficile da controllare, ma questo non è vero se abbiamo imparato come respirare correttamente: stare in un luogo che ci infonde calma, ispiriamo attraverso il naso, contiamo fino a quattro, manteniamo l’aria nei polmoni, e poi espelliamo l’aria attraverso la bocca; ripetiamo l’ispirazione, la resistenza, il ciclo di scadenza per un po’ di tempo e vediamo se riusciamo a raggiungere un respiro tranquillizzante: lento, ma sufficiente.
Nel momento in cui si presenta un attacco d’ansia, metteremo in pratica ciò che abbiamo imparato; abbiamo un’arma molto valida per eliminare quei pensieri negativi che ci mandano in iperventilazione.

3. Telefonata.

Durante l’attacco d’ansia uno dei principali agenti che accentuano e causano effetti devastanti e inquietanti è la nostra mente.
La crisi, provocata dall’innesco di idee irrazionali, porta la nostra mente a reagire contro la nostra volontà, i pensieri negativi ci invadono e ciò aumenta il livello di ansia.
In questo momento, abbiamo bisogno di allontanare la mente da questi pensieri negativi e cercare di pensare ad altre cose; una delle cose più vantaggiose che possiamo fare per controllare l’ansia è quella di parlare con un conoscente, un amico, qualcuno che possa ascoltarci e possa sostenerci.
Fortunatamente il telefono può essere d’aiuto in questa tecnica per controllare l’ansia, servendoci di questo semplice strumento possiamo rompere molte barriere.

4. Elenco delle domande.

Questa tecnica consiste nel preparare una lista di domande che dovremmo formularci durante un attacco di ansia.
A primo impatto, l’idea della lista potrebbe essere paragonata al dialogo con un amico, ma il processo interno è completamente diverso: da un lato,questa tecnica servirà ad aumentare la fiducia in se stessi, perché possiamo essere noi stessi anche senza il sostegno di tutti coloro che ci stanno intorno; dall’altro impariamo ad essere consapevoli del fatto che la motivazione che il tempo ci sembra una verità incrollabile è in realtà un errore che non fa altro che aumentare l’ansia.
In questa lista vengono incluse tutte quelle domande a cui potremo dare delle risposte razionali che daremo normalmente quando siamo calmi, praticamente sono domande che servono per interrompere il ciclo di pensieri negativi che si presentano durante un attacco d’ansia.

L’utilizzo di queste quattro tecniche ci permetterà di controllare l’ansia rapidamente; sono quattro tecniche che mettiamo in pratica nella nostra vita quotidiana e dobbiamo essere pronti ad usarle in modo produttivo quando si verifica un attacco di ansia.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2017 Frontier Theme