Come curare il disturbo di panico

Come curare gli attacchi di panico

Quando si parla di attacchi di panico una delle parole chiave è la cura.
Essa ha tempi diversi e dovrebbe essere praticata da chi soffre di questo disturbo.
In primo luogo, la persona che ha il disturbo deve essere aperta a cercare un aiuto professionale e iniziare con il trattamento medico.
Sarà lo specialista a trattare i disturbi d’ansia e di panico, riconoscendone i sintomi, come palpitazioni, mancanza di respiro, dolore al torace.
Tuttavia, è comune per i medici in reparti di emergenza non identificare il problema, molto spesso diagnosticati come difficoltà cardiache. Con i vari test che possono seguire, non si ottiene alcun risultato atteso, se non una perdita di tempo, oltre alla frustrazione di tornare a casa con l’affermazione di non avere niente.
Dal momento in cui sembra che una persona abbia il disturbo di panico, è essenziale il sostegno della famiglia e degli amici. Molte persone, infatti, rinviano la ricerca di un medico per paura di informare la famiglia del loro problema, in quanto ci sono ancora persone che associano i disturbi emotivi a quelli mentali e che ritengono che il trattamento per il disturbo di panico sia una “cosa” folle. Questa è una barriera che deve essere superata perché causano un rinvio dei trattamenti e, di conseguenza, la persona può subire dei deterioramenti.
Nel caso di coloro che hanno la sindrome di panico, il ritardo nella ricerca di aiuto da un professionista può causare attacchi di panico sono più forti e più frequenti, causando altri problemi secondari. Dopo aver superato questo ostacolo e superata la paura di affrontare la realtà, la cura del paziente deve essere tale da seguire tutte le raccomandazioni mediche e, oltre a prendere i farmaci indicati, iniziare una terapia per trovare le radici che hanno innescato il disturbo.
È vero che sostegno degli altri è fondamentale, ma solo un vero e proprio desiderio di migliorare permetterà al paziente la possibilità di trattare il disturbo.
E’ opportuno essere onesti con se stessi e con il professionista che, in questo momento, vi sta aiutando. Negare queste situazioni è un modo per allontanarsi dal problema e consentirà alla crisi di avere radici più profonde nel subconscio.

CHI SIAMO: Tutti gli Articoli di questo Sito sono curati dal Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - Iscritto al 1632 dell'Ordine degli Psicologi della Regione Puglia Le informazioni fornite su questo portale sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio diretto di uno Specialista PER CONTATTI: Via Magenta, 64 CASARANO (Lecce) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2018 Frontier Theme