Da cosa è provocata l’ansia

Cosa provoca l’ansia?

L’ansia è un meccanismo di sopravvivenza che permette di proteggere se stessi, al fine di sfuggire alla sofferenza, anche se a volte un soggetto sperimenta ripetutamente e inutilmente livelli estremi di paura e preoccupazione associata ad ansia e non riesce ad alleviare i sintomi.
La predisposizione di una persona verso l’ansia si basa sia su aspetti biologici che sull’ambiente; in altre parole, i comportamenti ansiosi possono essere ereditati, appresi, o entrambi.
Ad esempio, la ricerca dimostra che i bambini ansiosi sono probabilmente nati da genitori ansiosi, ma quei genitori possono anche creare tendenze ansiose, come ad esempio evitare potenziali minacce, e poi trasmettono la stessa paura e lo stesso comportamento evitante ai figli.
Un soggetto cresciuto in un ambiente stressante può anche predisporre di ansia perché l’ansia diventa un modo per anticipare il pericolo e garantire la sicurezza.
L’ansia può anche svilupparsi come conseguenza di un trauma irrisolto che lascia un soggetto in uno stato fisiologico di eccitazione elevata; quando si verifica ciò, certe esperienze possono riattivare il vecchio trauma, come succede nei soggetti in situazione di stress post-traumatico (PTSD).

Ansia generalizzata

L’ansia, nota anche come ansia generalizzata, è contraddistinta da un senso di disagio cronico e paura che non è diretta verso una cosa in particolare.
Molti soggetti spesso si sentono ansiosi per specifici eventi futuri, come i colloqui di lavoro, scadenze o preoccupazioni finanziarie; i soggetti ansiosi fuggono di fronte a qualsiasi numero di problemi o dubbi senza alcun motivo evidente. In altre parole, l’ansia provata può non essere in proporzione al reale impatto di un particolare evento.
Il disturbo d’ansia generalizzato (GAD) viene identificato come l’eccessiva preoccupazione degli impatti di un soggetto su una base quasi quotidiana, per un periodo di sei mesi o più; è difficile da controllare, e non può essere spiegata meglio da un qualsiasi medico, se non da un professionista della salute mentale. Un soggetto con disturbo d’ansia generalizzato deve anche visualizzare almeno tre dei seguenti sintomi:

sentimenti frequenti di stanchezza
Irrequietezza, sensazione di tensione
Irritabilità
Difficoltà di concentrazione
Insonnia
Tensione muscolare

Ci sono molti fattori che possono contribuire apertamente allo sviluppo dell’ansia fluttuante; vivere in ambienti stressanti o abusivi può produrre ansia cronica, e, talvolta, l’ansia diventa un’abitudine. Quando qualcuno è abituato a sentirsi ansioso per un evento specifico, la sensazione di ansia può continuare anche dopo che si è verificato l’evento; inoltre, alcuni psicologi affermano che il carattere della vita moderna sottopone i soggetti all’ansia.
Scadenze costanti, la necessità che tutto si svolga in fretta e la possibilità di confrontare se stessi con gli altri attraverso i social network, o in un altro modo, possono causare ansia cronica.
Quando un soggetto non è in grado di identificare la causa dell’ansia, la terapia può aiutare a sviluppare capacità di fronteggiamento per calmare i sintomi; tecniche di respirazione profonda, meditazione, esercizio fisico, la pianificazione efficace, e la comunicazione assertiva possono aiutare a far fronte all’ansia cronica.

CHI SIAMO: Tutti gli Articoli di questo Sito sono curati dal Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - Iscritto al 1632 dell'Ordine degli Psicologi della Regione Puglia Le informazioni fornite su questo portale sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio diretto di uno Specialista PER CONTATTI: Via Magenta, 64 CASARANO (Lecce) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756
Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2018 Frontier Theme