La cura dell’ansia: la terapia psicologica

La dell’: La psicologica

Nella maggior parte dei casi, l’ e la depressione possono essere trattati con successo senza ricorrere ai .

Vi è, però, un crescente numero di studi scientifici che dimostrano che la psicologica può essere paragonata allo stesso livello dei , o addirittura più efficace.
I risultati di molti studi clinici concludono che la psicologica è, nel medio e lungo termine, molto efficace per l’. Le , infatti, (Xanax, Valium, ecc) danno un sollievo ma, durante un breve periodo di tempo, tendono a perdere la loro efficacia nel tempo. Quando, invece, si assumono questi per diverse settimane, e si cerca di eliminarli, potrebbero verificarsi effetti collaterali.

I più comuni che si possono verificare quando si sospendono sono: , nervosismo e sonno alterato. Allora si potrebbe pensare di avere ancora bisogno di assumerli e si ritorna ad utilizzarli. E ‘questa forma che si sviluppa e mantiene il modello di dipendenza da questi .
Un altro grave inconveniente di questi è che i timori che possono sviluppare sono veramente pericolosi e devono essere evitati, questo porta lo svantaggio di non trattare con la paura realistica, evitando situazioni / stimoli che la potrebbero provocare. Questo è esattamente il contrario di ciò che si intende con la -!
Con la psicologica, le persone trovano che i loro timori non siano realistici.
Esempi di psicologica
Panico
Come esempio pratico, vediamo alcuni modi di pensare distorti che appaiono nel di .

Quando le persone sono ansiose, tendono ad avere pensieri ansiosi e questi sono i pensieri che aiutano a mantenere il :
“La prossima volta che avrò un , avrò un attacco di cuore”
“Se ho il , mi viene da impazzire e ferire gli altri”
“Io ho paura di soffocare e di morire”
Questi sono alcuni esempi di pensieri irrazionali. Si tratta di un modo di pensare esagerato, sopravvalutando il rischio, in quanto questo è altamente improbabile che possa accadere.

Il è innocuo per il corpo, nonostante i sgradevoli. Spesso le persone con di eseguono analisi mediche per verificare di non avere problemi di cuore. In questo caso, è possibile porre alcune:
– Quello che penso è un fatto o un’ipotesi?
– Ho un po’ la prova che questo accadrà o penso sia a causa della mia paura?
– Quante volte ho avuto questo desiderio e quante volte è successo in realtà?
Si avranno abbastanza idee diverse e alternative per centinaia di pensieri.
 
Preoccupazioni
Le persone costantemente si preoccupano di alcune credenze / atteggiamenti / idee che provocano e mantengono l’.

Alcuni esempi di credenze circa queste preoccupazioni sono:
– “Le preoccupazione possono aiutarmi a risolvere i problemi.”
Naturalmente, la semplice preoccupazione non modifica o migliora problemi.

Il problema è che questa inutile può paralizzare l’azione o il pensiero, necessario per affrontare i problemi.
– “Il mondo è pericoloso e non posso avere a che fare con esso”
La preoccupazione “cronica” consiste nel credere che il mondo è pieno di opportunità per fallire, da rifiutare e da pericoli, rendendo tutto peggiore di quello che è in realtà.
– “La preoccupazione mi aiuta a darmi un’illusione di controllo sulle cose”
Ci sono molti aspetti della vita che non si controllano in modo semplice, ma è necessario insistere per avere un certo controllo sulla questione.
– “Preoccuparmi è un modo per ridurre l’incertezza”
Un componente della è correlata alla variazione della convinzione che si mantengono le preoccupazioni nocivi ma cambiare le idee non è sufficiente. Si ha bisogno di modificare alcuni comportamenti e iniziare ad imparare come gestire al meglio il tempo e le emozioni, identificando le aree di preoccupazione, etc.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Via Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 - 0833 501735 - Part. IVA 03548820756 © 2017 Frontier Theme